visual-iperpigmentazione

L’iperpigmentazione cutanea

L’iperpigmentazione cutanea è una modificazione della normale pigmentazione della pelle che porta alla manifestazione di aree della pelle dal colore più scuro.
L’iperpigmentazione appare quando si ha una produzione di melanina – il pigmento che determina il colore della pelle e dei capelli – in eccesso in alcune zone specifiche della pelle.
I principali motivi che ne determinano la comparsa sono i fattori genetici, l’esposizione al sole, le ferite o le infiammazioni, l’età e gli influssi ormonali.
A livello di inestetismi l’iperpigmentazione provoca lentiggini, efelidi, lentigo solari, lentigo senili, melasmi.

Le lentiggini e le efelidi

Le lentiggini, piccole macchie cutanee di colore scuro e forma circolare, sono determinate principalmente da fattori genetici. Sono molto diffuse tra le persone che presentano una pelle molto chiara e capelli biondi o tendenti al rosso. Possono essere presenti particolarmente sul viso e sul collo, aumentare a seguito di un’esposizione prolungata ai raggi solari, modificarsi in seguito all’avanzare dell’età.
Le efelidi, molto simili alle lentiggini e come queste diffuse tra gli individui con capelli chiari o rossi, risultano essere molto sensibili ai raggi solari e di conseguenza possono essere più visibili nella stagione estiva e nelle zone del corpo particolarmente esposte. Un’adeguata protezione con creme solari può contribuire allo loro riduzione.

Le lentigo solari e le lentigo senili

Le lentigo solari, macchie cutanee di forma irregolare e dimensione variabile, sono anch’esse dovute ad un’eccessiva esposizione alle radiazioni solari senza protezione. Sono presenti soprattutto tra le persone dai 45 ai 50 anni e possono essere prevenute con un’adeguata protezione ed evitando le scottature.
Le lentigo senili si manifestano per il sommarsi dei ripetuti danni che l’esposizione al sole può provocare nel corso della vita e generalmente si presentano a partire dai 50 anni, con più frequenza negli uomini.

Il melasma o cloasma

Il melasma o cloasma si presenta attraverso blocchi di pigmenti di forma irregolare localizzati in particolar modo sul volto e sulle braccia, con una colorazione che può variare dal marrone chiaro al marrone scuro. La sua comparsa è una conseguenza degli influssi ormonali quali l’assunzione della pillola anticoncezionale e la gravidanza. E’ anche nota come “maschera della gravidanza” in quanto si manifesta nel 90% delle donne incinta.

L’iperpigmentazione post-infiammatoria

Questa tipologia di iperpigmentazione è la conseguenza di un evento traumatico quale una ferita, una cicatrice, una scottatura, un’infiammazione o acne, eczema e psoriasi. Si presenta con delle macchie più chiare o più scure intorno alla zona colpita dall’evento traumatico.

L’iperpigmentazione cutanea ed il trattamento della linea Acido Mandelico Farmavit

I prodotti della linea Acido Mandelico Farmavit agiscono su melasma, iperpigmentazione e lentiggini. Rendono la pelle più luminosa, compatta e chiara, riducendo al tempo stesso visibilmente le rughe e le linee dell’epidermide.
Il trattamento Acido Mandelico è indicato sia per uso domiciliare che come servizio in salone  ed è articolato in 4 step:

  • Step 1, Latte Detergente Acido Mandelico
    Il latte detergente, primo step del trattamento a base di acido mandelico, viene utilizzato per pulire a fondo la pelle prima di passare alle fasi successive della cura. Agisce sull’iperpigmentazione cutanea, contribuendo al tempo stesso a rendere la pelle più luminosa ed a ridurre le rughe.
  • Step 2, Tonico Acido Mandelico
    Il tonico, secondo step del trattamento, aiuta a mantenere un adeguato grado di umidità della pelle, restituendo il giusto equilibrio all’acidità dell’epidermide.
  • Step 3, Soluzione Professionale Acido Mandelico 25%
    La soluzione professionale, terzo step del trattamento in istituto, deve essere stesa sulla pelle 2 minuti dopo l’applicazione del tonico per circa 8 minuti. A seguire è necessario risciacquare abbondantemente con acqua ed asciugare.
  • Step 3, Siero Acido Mandelico
    Il siero, terzo step del trattamento domiciliare, deve essere stesa sulla pelle 2 minuti dopo l’applicazione del tonico per circa 8 minuti. A seguire è necessario risciacquare abbondantemente con acqua ed asciugare.
  • Step 4, Crema Acido Mandelico
    La crema, quarto step del trattamento, va applicata sulla pelle come fase finale della cura.

Per agire sull’iperpigmentazione cutanea, mantenere la pelle luminosa e compatta, ridurre le rughe si consiglia di effettuare il trattamento due/tre volte a settimana.

Per conoscere tutti i prodotti della linea Acido Mandelico Farmavit visita il ns. sito.

Lascia un commento